Padre Pio un Santo al servizio di tutti

Padre Pio un Santo al servizio di tutti

SOSTIENI PADREPIODAPIETRELCINA.COM

PADREPIODAPIETRELCINA.COM | Blog Devozionale dedicato a Padre Pio da Pietrelcina.

Informazioni Personali

Totale Donazione: €20,00

Padre Pio da Pietrelcina un uomo come noi, in mezzo agli altri. Un Santo prodigo e al servizio di tutti.

Padre Pio, nella sua vita, non ha conosciuto favori celesti, non è un personaggio del cielo vestito da uomo. Padre Pio vive nella storia e nel tempo parlando un linguaggio semplice ed esprimendo le perplessità della gente comune, condividendone gioie e dolori, ansie ed angosce e le attese. Padre Pio: un uomo come gli altri, in mezzo agli altri prodigo e al servizio di tutti.

L’Epistolario di Padre Pio ci descrive un uomo completamente calato nella storia: i suoi gesti e i suoi comportamenti ricalcano quelli dell’uomo del suo tempo; le sue emozioni, i suoi sentimenti appartengono a qualunque uomo vissuto tra la fine del XIX secolo e gli anni ’60 del XX secolo.

I disagi della povertà e le prove della fatica, fin dall’età più tenera sono propri di quel mondo contadino, al quale Padre Pio, con orgoglio si lega, sicuro dell’onore che questo comporta. L’entusiasmo e la dovizia di descrizioni negli avvenimenti che riguardano il suo paese, Pietrelcina, lo testimoniano. Profondamente legato alla famiglia, Padre Pio condivide tutte le tappe della vita con i suoi: con loro parla della scelta della vita di consacrazione, con tanta umile gioia accolta dal padre; con la madre, “la persona a me più cara”ha un rapporto dolcissimo e pieno di reverenza. Dalla sua famiglia Padre Pio poté ricevere le buone maniere per cui si contraddistingue come uomo dal tratto molto gentile sia nelle espressioni, sia nello stile.

Un uomo tenace e fedele agli impegni assunti, completamente dedito al lavoro. Diverse volte ritornò a raccomandare ai direttori spirituali, di non usare con lui i metodi teneri e dolci ma di scegliere le maniere forti che solo possono garantire il risultato agognato.
(Epistolario, I, p. 341, 563, 979)

Potrebbero interessarti anche...